Appunti su “Non-persone” di Alessandro Dal Lago

Pubblico alcuni appunti che mi sono serviti come traccia per una lezione di Pedagogia Interculturale su questo interessante testo di Alessandro Dal Lago.

1) Presentare “Non-persone” di Alessandro Dal Lago significa, crediamo, riflettere sul rapporto esistente tra i fenomeni migratori e il più ampio tessuto sociale, non in astratto o soltanto da un punto di vista culturale ma considerando la società come un insieme di rapporti sociali fondati, in ultima analisi, sul lavoro (quindi, considerando la società come fondata su determinati rapporti di produzione).

Appunti sul rapporto fra marxismo e pedagogia

Pubblico pochi appunti sparsi sul rapporto fra marxismo e pedagogia, a partire da una domanda fondamentale: per comprendere se un rapporto di questo tipo è possibile, è sufficiente una disamina storiografica per capire dove, a partire dal lavoro di Marx e di Engels, si sono discussi temi educativi? Oppure una via feconda può essere un’indagine ampia sulle ricadute epistemologiche e politiche del marxismo, per cercare un principio pedagogico implicito nel materialismo storico? Senza alcuna pretesa di esaustività, riporto alcuni punti di riflessione a riguardo, corredati da citazioni significative tratte da opere classiche.

Appunti – Presentazione della mozione “Sinistra, Classe, Rivoluzione”

Pubblico alcuni brevi appunti di presentazione del II documento al IX congresso del Partito della Rifondazione Comunista. Il documento originale, “Sinistra, Classe, Rivoluzione”, può essere letto interamente qui:

http://www.marxismo.net/9d-congresso/sinistra-classe-rivoluzione-mozione-due

Una sintesi del documento è disponibile qui:

http://www.marxismo.net/9d-congresso/sintesi-della-mozione-due-sinistra-classe-rivoluzione

Appunti sul materialismo – prima parte

Pubblico la prima parte di una serie di quattro brevi relazioni di approfondimento sul materialismo. In questa sezione si cerca, brevemente, di tracciare un filo rosso che connetta la cesura fra materialismo e idealismo alla divisione del lavoro manuale da quello intellettuale, per arrivare successivamente a tratteggiare i punti essenziali della concezione materialistica della storia intesa, da un lato, come scienza ed epistemologia e, dall’altro, come prassi politica critico/trasformativa, progettuale e rivoluzionaria.

Appunti sulla concezione materialistica dello Stato: L. Trotskij e la Rivoluzione Tradita

Pubblico alcuni brevi appunti sulla concezione materialistica dello Stato a partire dall’analisi di L. Trotskij presente in “La Rivoluzione Tradita”. Il tema dello Stato qui si arricchisce con l’analisi dello Stato sovietico nato dalla rivoluzione d’ottobre e se ne indaga il carattere di contraddittorietà. Si tratta – ed è questo il nucleo essenziale dell’analisi – di una disamina che, lungi dall’avere un mero ruolo storiografico, mantiene quale punto primario il proprio carattere politico rivoluzionario.

1) Il punto principale dell’analisi di Trotskij sullo Stato riguarda due elementi essenziali e inscindibili: il primo è la concezione marxista dello Stato e l’analisi conseguente dello Stato sovietico dopo “Stato e Rivoluzione” di Lenin; il secondo è l’analisi scientifica del tradimento della rivoluzione bolscevica e dei termini con cui si può parlare di degenerazione della stessa, attraverso un’analisi dialettica dello sviluppo della società socialista e un’analogia storica con il Termidoro e il Bonapartismo francesi.

Brevi appunti sulla concezione materialistica dello Stato

Pubblico alcuni brevissimi appunti che, a partire da alcuni spunti dell’Origine della famiglia, della proprietà privata e dello Stato di Friedrich Engels, provino a chiarire il legame che, entro la concezione materialistica dello Stato, sussiste tra strutturazione statale, forme di proprietà, lavoro e organizzazione sociale. Nella comprensione dello Stato e del suo sviluppo l’analisi dello sviluppo umano, nella sua articolazione storica, ha un carattere decisivo. In questo sia Marx che Engels hanno dato un contributo su più fronti. Nel discorso specifico sullo Stato entra sicuramente lo studio di Engels sulla Dialettica della natura, ma ha più rilevanza lo studio sulle Forme di produzione precapitalistiche di Marx. Il testo di partenza, in questo caso, è L’origine della famiglia, della proprietà privata e dello Stato di Engels.

Presentazione mozione II – VIII congresso PRC – Appunti preparatori

Pubblico gli appunti preparatori per la presentazione della seconda mozione (Per un Partito di Classe) all’VIII congresso del PRC, nella federazione di Reggio Emilia.

L’ottavo congresso del PRC si svolge in concomitanza con un’accelerazione di fenomeni sociali, economici e politici su scala nazionale ed internazionale.

Sentiamo la necessità di elaborare un’alternativa credibile che ci permetta di far fronte a questi sconvolgimenti, fornendo ai compagni una prospettiva di lavoro concreta.

Tale dibattito deve investire, con tutta la sua urgenza, il partito, in particolare nella sua fase congressuale che ne rappresenta il massimo momento democratico.

Questo discorso è centrale per noi, per Rifondazione, ovvero per un partito che condensa la migliore avanguardia di questo paese, che attira gli attivisti migliori, e che deve di conseguenza riuscire ad organizzarne l’intervento tanto a livello teorico quanto pratico.

“Consolatio” o “Praxis”? Riflessioni di filosofia morale

Pubblico alcuni appunti critici, preparati in occasione di un esame di filosofia morale, al secondo anno di Scienze Pedagogiche. Il programma, che ha come cornice “La banalità del Male” di Hannah Arendt, si snoda attraverso il “Gorgia” di Platone, il “De Magistro” di Agostino, e il “De Consolatione Philosophiae” di Boezio. In queste brevi riflessioni, ho provato a delineare una linea di continuità tra il pensiero degli autori, fondata sul soggettivismo e, in ultima analisi, sull’approccio idealista, nella morale, nella conoscenza, e più in generale nell’analisi della società.